Cinecittà si Mostra

Dal 2011, “Senza titolo” collabora con il Dipartimento educativo di Cinecittà si Mostra – Istituto Luce Cinecittà al processo di ideazione e alla realizzazione di visite guidate, visite animate, laboratori, attività del Cinebimbicittà e progetti speciali per avvicinare il pubblico ai linguaggi del cinema, alla storia e al presente di Cinecittà valorizzando il patrimonio storico e architettonico e le mostre permanenti.

“Senza titolo” cura l’allestimento degli spazi laboratoriali, la produzione di supporti didattici, la segreteria didattica.

“Senza titolo” cura la progettazione grafica di tutti i supporti didattici utili ai laboratori, alle visite animate e ai percorsi speciali. Mappe, schede, kit didattici vengono appositamente ideati e realizzati e consentono ai partecipanti di rielaborare in maniera creativa i contenuti proposti.

 

Cinecittà si mostra

“Cinecittà si mostra” è un ampio progetto espositivo che rende fruibile al pubblico il luogo di produzione cinematografica di Roma.

La mostra si divide in tre percorsi espositivi che raccontano la storia degli Studios e del cinema italiano e internazionale e i mestieri del cinema in modo interattivo: Perchè Cinecittà, che esplora la nascita di Cinecittà dagli anni trenta fino alla Seconda Guerra Mondiale, le ragioni del progetto architettonico e la figura del maestro Federico Fellini, Girando a Cinecittà (1937-1989), che narra la storia delle produzioni più importanti che hanno fatto la storia del cinema e di Cinecittà e Backstage – Un percorso didattico per Cinecittà dove è possibile scoprire i mestieri del cinema ed entrare in sei sale interattive dedicate alla regia, alla sceneggiatura, al sonoro, alla realizzazione dei costumi e alla finzione cinematografica.

Inoltre Cinecittà è composta da 22 teatri di posa interni e da molti altri set all’aperto che vengono allestiti temporaneamente per produzioni cinematografiche e televisive. Tre sono i grandi set permanenti visitabili tutti i giorni con guide specializzate: Roma antica, il Tempio di Gerusalemme e Firenze del Quattrocento.

“Senza titolo” realizza visite guidate e  animate, laboratori e approfondimenti tematici alle mostre e ai set.
Per informazioni sui percorsi e gli orari clicca qui

 

 

Cinebimbicittà

Cinebimbicittà è uno spazio laboratorio dedicato ai bambini (5-11 anni) in utenza libera, un servizio pensato per le famiglie in visita agli studi cinematografici che possono lasciare i bambini in uno spazio a loro dedicato, dove sperimentare i diversi aspetti del linguaggio cinematografico attraverso attività ludico – didattiche.
Cinebimbicittà è uno spazio in continua evoluzione che anno dopo anno arricchisce la proposta con nuovi laboratori e attività tematizzate. L’allestimento articolato per aree – costumi, sartoria, attrezzeria scenica – consente di vivere lo spazio in maniera sempre nuova e diversa.

Ogni domenica, da ottobre a giugno, i visitatori di Cinecittà hanno la possibilità di conoscere e scoprire tutti i segreti del cinema e cosa si nasconde dietro la realizzazione di un film.

Consulta il programma

Passaporto del Cinebimbicittà

Scuole

Il Dipartimento educativo di Cinecittà si Mostra – Istituto Luce Cinecittà in collaborazione con “Senza titolo” offre alle scuole di ogni ordine e grado un programma articolato di laboratori, visite animate, guidate e tematizzate, percorsi speciali/giornate di cinema dedicati ai set, alle mostre permanenti e temporanee.

Proposte per le scuole 2018-2019

Organizza il tuo Compleanno

Per festeggiare il proprio compleanno in modo creativo e divertente il Dipartimento educativo di Cinecittà si mostra in collaborazione con “Senza titolo” propone percorsi e laboratori pensati per ogni età e capaci di far vivere ai bambini e ragazzi un pomeriggio magico, tra gioco, fantasia e cinema.

DURATA: INTERO POMERIGGIO – MINIMO 10 PARTECIPANTI
Per l’attività didattica (90′ circa) è prevista 1 guida ogni 20 bambini + 1 adulto accompagnatore
Per informazioni e prenotazioni: visit@cinecittaluce.it

Progetti speciali

Dal 2011 – CINECITTA’ ACCESSIBILE
Visite tattili, visite guidate, laboratori per bambini, ragazzi e adulti con disabilità in collaborazione con associazioni e educatori specializzati nella promozione e comunicazione del patrimonio artistico e cinematografico per pubblici speciali.

2011 – GIFFONI EXPERIENCE
Ciclo di laboratori dedicati ai mestieri del cinema realizzati nello spazio della trasmissione Mukko Pallino prodotta dalla DD Enter durante i giorni del Giffoni Film Festival.

2013 – CHE STRANO CHIAMARSI FEDERICO
Visite guidate e laboratori dedicati alla vita, ai luoghi e alle passioni di Federico Fellini in occasione dell’apertura del set – allestito nel Teatro 5 – per il film Che strano chiamarsi Federico di Ettore Scola dedicato al regista riminese.

2014 – SORRIDENDO FILM FESTIVAL
Laboratorio nello spazio del Cinebimbicittà per realizzare storyboard, disegni, immagini, ed elaborare brevi sceneggiature in occasione di Sorridendo Film Festival.

2014 – ALLA SCOPERTA DI ROMA
Progetto con la Scuola dell’Infanzia sull’antica Roma. La fase iniziale del progetto triennale dell’Istituto Comprensivo “Piazza Gola” di Roma è stato realizzato in collaborazione con il Dipartimento educativo di Cinecittà si Mostra presso gli studi di Cinecittà. I bambini, vestiti da antichi romani e accompagnati dai loro nonni, hanno partecipato alla visita animata e al laboratorio di set dressing sul set di Roma Antica. L’attività, svolta nella cornice delle monumentali scenografie e degli arredi romani utilizzati dalle produzioni, ha consentito di vivere un’esperienza formativa e divertente e di muovere i primi passi nel mondo del cinema.

2015 – STEVE McCURRY – OLTRE LO SGUARDO
Servizio di visite guidate e attività didattiche dedicate alla mostra fotografica di Steve Mc Curry allestita nel Teatro 1 di Cinecittà.

2016 – WINTER FILM SHOW -THE HATEFUL EIGHT
Servizio di visite guidate per adulti e studenti alla grande scenografia innevata allestita nel Teatro 5 come omaggio all’immaginario di Quentin Tarantino in occasione dell’evento dedicato al suo film The Hateful Eight.

2016 – PINOCCHIO A COLLE
Ciclo di laboratori dedicati al celebre burattino, realizzati presso il Comune di Colle Val d’Elsa, piccolo borgo toscano che si è trasformato in un paese dell’Ottocento attraverso la ricostruzione storica delle scene del libro di Collodi. Cinecittà si Mostra ha prestato per l’occasione costumi ed elementi di scena originali disegnati da Danilo Donati per il Pinocchio di Roberto Benigni.

2016-2017 – PINOCCHIO A CINECITTA’. NATALE NEL PAESE DEI BALOCCHI
Iniziativa culturale dedicata al burattino più famoso della storia del cinema: laboratori, letture animate, esposizioni e proiezioni, visite teatrali in costume tra i set. L’esposizione di costumi e abiti di scena del film Pinocchio è stata arricchita da un mese di attività didattiche appositamente ideate. Sono stati realizzati tre filmati in stop motion: Pinocchio e le avventure del mare, Fare festa al paese dei balocchi e Il paese dei mille Pinocchi.

2017 – 80 ANNI DI CINECITTA’- UNA GIORNATA PARTICOLARE NELLA FABBRICA DEI SOGNI
Ciclo di visite guidate, in occasione degli 80 anni di Cinecittà, dedicati ai bambini e alle famiglie per conoscere la storia della “Fabbrica dei sogni”, scoprire i set e quei luoghi che normalmente sono fruibili solo agli addetti ai lavori. Negli spazi del Cinebimbicittà è stato realizzato un programma di otto giornate con laboratori dedicati ai mestieri, ai generi e ai linguaggi del cinema.

2017 – SUL SET CON FELLINI. FOTOGRAFIE DI TIZIANA CALLARI
Laboratori, visite guidate, letture animate e un incontro con l’artista in occasione della mostra Sul set con Fellini di Tiziana Callari, la fotografa romana che ha seguito per nove mesi le riprese del film Intervista catturando frammenti inediti della vita del Maestro.

2017 – LAMPADINO E CARAMELLA NEL MAGICO REGNO DEGLI ZAMPA
Un progetto in collaborazione con Animundi, Puntidivista, Eyes Made. È stato presentato a Cinecittà il primo cartone animato inclusivo accessibile a tutti i bambini e le bambine, anche a quelli con difficoltà sensoriali – non vedenti, ipovedenti, non udenti e con disturbo dello spettro visivo. Oltre alla presentazione e alla proiezione guidata del cartone, sono state realizzate specifiche attività laboratoriali per bambini con disabilità, nate dalla collaborazione tra educatori “Senza titolo”, operatori specializzati nella disabilità, attori e doppiatori che hanno comunicato in LIS, la Lingua dei Segni. L’attività è stata realizzata nella Giornata Nazionale delle Famiglie al Museo F@MU 2017, che aveva come tema “La Cultura abbatte i muri”.

2017 – SACCO E VANZETTI-NOVANTA/QUARANTA
Servizio di visite guidate per adulti alla mostra fotografica allestita nel Teatro 1 di Cinecittà in cui sono state esposte numerose foto di scena scattate da Enrico Appetito durante le riprese del film Sacco e Vanzetti diretto nel 1971 da Giuliano Montaldo.

2017 – PIÙ LIBRI PIÙ LIBERI – Roma
Partecipazione alla fiera della piccola e media editoria nello spazio delle Biblioteche di Roma con il percorso Dal libro al film: una lettura animata e un laboratorio per comprendere il legame tra letteratura e cinema. Sono stati presentati “Pinocchio” di Carlo Collodi nelle differenti trasposizioni cinematografiche e “Federico” di Leo Lionni nell’animazione del regista Giulio Gianini.

2017-2018 – ANIMAZIONI D’AUTORE, UNA RASSEGNA SULL’ANIMAZIONE ITALIANA CON CAPOLAVORI DI IERI E DI OGGI.
Una rassegna di tredici proiezioni dedicate alle più significative produzioni di animazione italiana di ieri e di oggi: dallo storico La rosa di Bagdad del 1949 fino alle uscite del 2017 di Gatta Cenerentola; Strollica; Pipì, Pupù, Rosmarina in Il Mistero delle note rapite. Nello spazio del Cinebimbicittà sono state realizzate per ogni titolo proposto attività laboratoriali dedicate ai linguaggi e alle tecniche dell’animazione, sono stati accolti oltre 300 bambini provenienti da tutta Italia.

2017-2018 – 80 ANNI. CINECITTÀ FATTI E PERSONAGGI TRA IL CINEMA E LA CRONACA
Servizio di visite guidate per adulti per la mostra allestita nel Teatro 1 in occasione degli ottanta anni di Cinecittà: storia, cronaca e cinema italiano raccontati attraverso le immagini dei grandi Archivi di Istituto Luce Cinecittà e ANSA. Per le scuole è stato realizzato il percorso Storie di cinema per conoscere icone del cinema e la vita politica, culturale e sociale del Paese dal 1937 ad oggi.

2018 – CINECITTÀ SEGRETA
Un ciclo di sedici visite guidate speciali per accompagnare il pubblico alla scoperta degli Studi di Cinecittà e dei luoghi che normalmente sono accessibili ai soli addetti ai lavori: reparti scenografici, attrezzerie, “Cinegarden” e le storiche palazzine razionaliste.

2018 – SALONE INTERNAZIONALE DEL LIBRO DI TORINO
Partecipazione al Salone del libro nello spazio del Bookstock Village e Nati per Leggere – Piemonte con il percorso Dal libro al film: una lettura animata e un laboratorio per scoprire il legame tra letteratura e cinema. Sono stati presentati “Pinocchio” di Carlo Collodi nelle differenti trasposizioni cinematografiche e “Federico” di Leo Lionni nell’animazione del regista Giulio Gianini.

2018 – TOTORO GARDEN A CINECITTÀ
Un progetto articolato nato per l’utenza libera delle famiglie e sperimentato con una classe del Liceo Scientifico Augusto Righi di Roma. Al Cinebimbicittà è stato presentato il film Il mio vicino Totoro di Hayao Miyazaki con una proiezione guidata, un laboratorio di animazione e un’attività di piantumazione per creare un giardino collettivo. Con la scuola sono stati realizzati più incontri per approfondire poetica e linguaggi del regista giapponese. Il progetto si è concluso con una giornata a Cinecittà di laboratori, proiezioni, incontri, visite guidate e un concerto. Un percorso di sperimentazione strutturato con l’obiettivo di creare un dialogo continuativo tra scuola e museo, basato sull’interdisciplinarietà e la contaminazione tra diversi linguaggi.

Backstage

Backstage è un percorso didattico e interattivo realizzato per avvicinare il pubblico al mondo della creazione cinematografica a partire dai film girati negli studi di Cinecittà.

Le caratteristiche della regia, della sceneggiatura, del sonoro, del costume e della finzione vengono svelate in ogni sala attraverso informazioni tecniche, aneddoti e curiosità, contenuti video e multimediali, oggetti e materiali della finzione cinematografica.

All’interno del percorso, i materiali utilizzati – oggetti, fotografie, disegni, testi, immagini in movimento – sono presentati in maniera interattiva con ipertesti, installazioni e postazioni multimediali appositamente ideate per il progetto espositivo al fine di dare ai visitatori, anche ai più piccoli, degli spunti di riflessione utili per iniziare a comprendere il magico mondo del cinema.  Novità sono le sale dedicate al green screen e al sonoro che offrono al visitatore la possibilità di sperimentare in prima persona due affascinanti fasi della post produzione di un film: quella video del green e quella audio del doppiaggio.

Il percorso conduce in un  vero e proprio set, quello del sottomarino S-33 realizzato per il film U-571 del regista Jonathan Mostow, girato nel Teatro 5 di Cinecittà; per poi terminare all’esterno nella galleria dei led, una immersione nel mito di Cinecittà attraverso i numeri che in 80 anni di storia l’hanno resa un luogo leggendario a cominciare da 1055 il numero civico degli studi. Un numero chiave che unisce – sotto la storica architettura dell’ingresso di Via Tuscolana – il passato, il presente e il futuro di Cinecittà.

La stanza del regista
In questa prima sala è possibile conoscere la figura del regista entrando in una sorta di studio d’autore. I libri, gli oggetti, le fotografie e gli effetti personali contenuti nella libreria diventano suggestioni dalle quali partire per scoprire l’immaginario dei famosi cineasti: Federico Fellini, Sergio Leone, Lina Wertmüller, Martin Scorsese, Carlo Verdone, Roberto Benigni.
L’ipertesto a parete illustra le caratteristiche di questo mestiere e la quadreria di ritratti fotografici mostra i registi che hanno girato negli Studios presentando alcuni dei più importanti protagonisti del cinema al lavoro sul set.

La stanza della sceneggiatura
Una sala dove comprendere il processo di traduzione della parola in racconto filmico.
L’ installazione al centro della sala permette di confrontare stralci di sceneggiature, storyboard e sequenze di film – tra cui I Cavalieri che fecero l’impresa di Pupi Avati, Le avventure del Barone di Munchausen di Terry Gilliam – per comprendere i passaggi dal testo scritto al testo filmico. Oltre all’ipertesto tematico che racconta il lavoro dello sceneggiatore, la gigantografia di una pagina della sceneggiatura originale della Medea, film girato a Cinecittà da Pier Paolo Pasolini che mette in risalto l’aspetto grafico del testo.

La stanza del sonoro
Una sala dove comprendere come il sonoro sia parte sia parte integrante del film, scoprire curiosità e aneddoti del passaggio dal cinema muto al cinema sonoro e sperimentare il doppiaggio. L’ipertesto a parete presenta la storia del sonoro e le caratteristiche di tutti gli elementi che lo compongono, le figure professionali che lavorano al doppiaggio di un film, i nomi di famosi doppiatori italiani e il video con un estratto del film La leggenda del pianista sull’Oceano del regista Giuseppe Tornatore attraverso cui ascoltare le singole tracce audio. Le sei cabine sono pensate come vere e proprie postazioni di doppiaggio dove poter ascoltare i dialoghi originali di un estratto de La Dolce Vita di Federico Fellini e provare a doppiare uno dei protagonisti del film.

La stanza del costume
In questa stanza è possibile costruire virtualmente i costumi, combinando abiti, accessori e parrucche tratti da alcuni importanti film girati a Cinecittà. I touch-screen al centro della sala permettono di conoscere costumi disegnati da grandi maestri, realizzati presso storici atelier e sartorie specializzate. L’ipertesto a parete racconta il lavoro del costumista e la gigantografia tratta dal film Giulietta degli Spiriti, di Federico Fellini, mostra una splendida Sandra Milo sul set.

La stanza della finzione
Una sala che svela il modo in cui viene creata la finzione cinematografica: i primi effetti speciali, le grandi ricostruzioni dei set a Cinecittà, la trasformazione del volto di un attore attraverso il trucco. L’installazione centrale mostra, attraverso brevi video didattici, alcune tecniche di finzione tra le più utilizzate nel cinema. La gigantografia esposta raffigura Marcello Mastroianni che interpreta Mandrake nel film Intervista di Federico Fellini.
Il percorso termina con l’ingresso nel Sottomarino del film U-571 del regista Jonathan Mostow.

La stanza del green screen
In questa sala è possibile sperimentare uno degli effetti speciali più conosciuti: il green screen, la tecnica digitale del chroma key che consente di ambientare soggetti e oggetti su sfondi virtuali. Come in un set, grazie ad un video interattivo è possibile sperimentare questo effetto speciale e abitare inediti scenari: dall’ambientazione western con treni e deserti polverosi agli abissi marini attraversando spazi stellari.

Backstage – Un percorso didattico per Cinecittà
da un progetto di Cristina Francucci
a cura di Barbara Goretti con “Senza titolo” Progetti aperti alla Cultura

 

Per informazioni e prenotazioni:

Interclub Servizi – Tel. 06.88816182
mostre@boxeventitalia.it
visit@cinecittaluce.it