Questo sito utilizza cookies, per visualizzare la nostra informativa sulla privacy e il trattamento dei dati personali, clicca QUI, per accettare clicca il pulsante a lato.  

MOSTRE, VIDEO, LABORATORI DIDATTICI E PERCORSI IN CITTÀ CARATTERIZZANO IL NUOVO PROGETTO CULTURALE DEDICATO ALL’ARTE CONTEMPORANEA E ALLA RISCOPERTA DEL TERRITORIO


CUM GRANO SALIS - CON UN GRANELLO DI SALE è un progetto culturale mobile, a cura di “Senza titolo” con Artierranti Associazione culturale che mette in relazione due città, Bologna e Cervia, storicamente legate per motivazioni economiche e commerciali, e il territorio tra loro compreso, raccontandolo nella sua contemporaneità.
CUM GRANO SALIS è un’occasione di apprendimento, di scoperta e di riscoperta del passato e del presente delle città e del patrimonio che appartiene a tutti gli abitanti.


Il PROGETTO - Un progetto interdisciplinare nato per favorire una rilettura della storica via del sale, oggi difficilmente rintracciabile a causa delle modifiche intervenute sul territorio, attraverso gli occhi di un giovane artista, dei suoi abitanti e della collettività. Mostre, video documentari, laboratori didattici e itinerari guidati costituiscono il programma di iniziative di CUM GRANO SALIS rivolto ad un ampio pubblico di adulti, famiglie e scuole.

L'ARTISTA - Simone Carraro, artista che attraverso i suoi lavori tesse uno stretto rapporto con il territorio e con gli abitanti, ripercorre – in direzione contraria - l’antica rotta fluviale che dalle saline di Cervia portava a Bologna, per raccontare, attraverso parole, suoni e immagini, il patrimonio storico e culturale legato al commercio del sale e coinvolgere la popolazione di bambini, ragazzi, adulti e realtà sul territorio in un racconto attivo e partecipato.

LE FASI - Il progetto CUM GRANO SALIS - CON UN GRANELLO DI SALE si struttura in 3 fasi. La prima fase a Bologna prende il titolo di CUM GRANO SALIS. BOLOGNA, SE CI FOSSE IL MARE e si realizza in occasione di ART CITY Bologna 2021. La seconda fase, prevede un itinerario attraverso i paesi che si trovavano lungo l’antica rotta del sale e prende il titolo di CUM GRANO SALIS. IL VIAGGIO. Si chiude a Cervia con la terza fase del progetto CUM GRANO SALIS. A PIENE MANI che vede la partecipazione attiva della cittadinanza.


CUM GRANO SALIS. BOLOGNA, SE CI FOSSE IL MARE
La prima fase del progetto prende avvio da Bologna con l’installazione di un’opera site specific, una grande vela dipinta dall’artista veneziano Simone Carraro all’interno del Parco del Cavaticcio: storico porto cinquecentesco della città e sede della Salara, oggi è uno dei luoghi centrali della Manifattura delle Arti e centro di produzione artistica e culturale.
Parallelamente, due mostre personali dell’artista, allestite presso lo spazio di Artierranti e Opificio delle Acque, espongono una serie di opere originali dedicate al racconto e alla rilettura del passato di Bologna come città d’acque e della vita del tempo.

LA MOSTRA - Bologna, se ci fosse il mare
Artista: Simone Carraro
A cura di “Senza titolo” e Artierranti
Luoghi: Parco del Cavaticcio, Opificio delle Acque, Officina Artierranti
Promossa da Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna
Partner: Opificio delle Acque, Canali di Bologna

Una grande vela dipinta da Simone Carraro riporta alla memoria l'antico porto della città di Bologna nel Parco del Cavaticcio. All'Opificio delle Acque le vie, i mestieri e i luoghi legati alla presenza dell'acqua a Bologna vengono riscoperti attraverso fotografie d'epoca, video e opere di Simone Carraro. Nell'officina di Artierranti mappe, taccuini e bozzetti raccontano il progetto e un inedito "viaggio" da Bologna fino a Cervia.

ITINERARI IN CITTÀ - Percorsi e passeggiate guidate alle mostre e all'opera di Simone Carraro
Itinerari e passeggiate gratuite in città accompagnano i visitatori alla scoperta dell’opera di Simone Carraro installata al Parco del Cavaticcio e delle due mostre in programma, passando per alcuni luoghi simbolo di Bologna, “città delle acque”.


VISITA ANIMATA PER SCUOLE E FAMIGLIE - Una visita animata in un percorso all'aperto per conoscere la Bologna delle acque e realizzare insieme originali “cartoline dalla città” da spedire alle scuole di Cervia.

KIT DIDATTICO - Un kit didattico digitale appositamente ideato per realizzare un’originale cartolina di “Bologna …. come se ci fosse il mare”, da spedire ai bambini di Cervia e trovare un nuovo amico di penna?!

CUM GRANO SALIS. BOLOGNA SE CI FOSSE IL MARE è realizzato grazie al contributo della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna e fa parte del programma istituzionale di ART CITY Bologna 2021 promosso dal Comune di Bologna nell'ambito di Bologna Estate.


CUM GRANO SALIS. IL VIAGGIO

La seconda fase prevede un viaggio lungo la storica via del sale che collegava Bologna a Cervia, passando per Malalbergo, Bentivoglio, fino a Sant’Alberto di Romagna. Simone Carraro ripercorre – in direzione contraria – l’antica rotta commerciale, indagando il territorio, anche nella sua composizione faunistica e vegetativa, la storia e la memoria dei suoi abitanti. Un video-documentario e un taccuino esperienziale raccontano il viaggio dell’artista e dei curatori e danno voce alle esperienze e ai ricordi di chi quei territori li abita e li vive oggi.

Quello proposto insieme ad Artierranti è un vero e proprio viaggio che, dal Parco del Cavaticcio ripercorrendo il canale Reno prima e il Navile poi, si ferma come prima tappa a San Marino di Bentivoglio, per riprendere la narrazione dei mestieri legati alla presenza dell’acqua.

Dal 18 aprile al 12 giugno 2022 il Museo della Civiltà Contadina (Villa Smeraldi, S.Marino di Bentivoglio) ospita Senti le rane che cantano mostra di Simone Carraro con Ornella Cardillo, a cura di Artierranti e “Senza titolo”.
La mostra sarà visitabile negli orari di apertura del Museo fino al 12 giugno 2022. Scopri di più sul sito.

PROGRAMMA ED EVENTI

Lunedì 18 aprile h 15.00 Opening a ingresso gratuito.

  • ore 15.00 saluti e introduzione a cura di Artierranti e Chiara Nicolodi, assessora Comune di Bentivoglio;
  • ore 15.30
    Visita libera alla mostra. Un mediatore di “Senza titolo” è a disposizione del pubblico che avrà voglia di scoprire qualcosa di più sul lavoro degli artisti e sul progetto CUM GRANO SALIS.
    Laboratorio per bambini “La mia brusca del bucato”, a cura di Prospectiva scarl. Dopo aver visto gli oggetti che venivano utilizzati per fare il bucato dalle “bugadère”, le lavandaie contadine, ogni bimbo costruirà una propria spazzola di saggina (brusca) per il bucato. Saranno messi a disposizione dei colori a tempera con i quali, utilizzando le proprie spazzole come insoliti pennelli, ogni bimbo potrà lasciare segni su una grande tela di canapa, riprendendo i gesti dell’artista Simone Carraro. Imiteremo dunque i gesti e il lavoro delle lavandaie, in un processo creativo al "contrario", anziché lavare e sbiancare la tela, otterremo un tessuto dipinto e colorato!
    Visita alla vera “bugadarî”, lavanderia contadina per il lavaggio della biancheria domestica, a cura dell'associazione Gruppo della Stadura.
  • Installazione di una Vela al Terzo, dipinta da Carraro e precedentemente allestita nell’antico porto di Bologna, all’interno dell’Osservatorio subacqueo di Punta degli Olmi nell’Oasi naturalistica “La Rizza”. Un luogo scelto per la sua storia, da palude solcata dal Navile a risaia in dialogo con le Mondine dipinte sulla vela, ma anche per il suo presente, in linea con il forte interesse faunistico di Carraro. La vela, sinonimo per eccellenza del viaggio, raffigura la prima porzione del percorso intrapreso dalle navi per lo sbocco al mare fino a Malalbergo e narra di un passato in cui la presenza dell’acqua caratterizzava la vita di Bologna e delle campagne circostanti.
    Consulta i giorni e gli orari di apertura sul sito del Museo della Civiltà contadina.


CUM GRANO SALIS. A PIENE MANI
La terza fase del progetto si conclude con l’arrivo a Cervia. Qui, una seconda vela dipinta da Simone Carraro richiama l’opera realizzata a Bologna e sancisce il legame tra il luogo di partenza e la destinazione finale.
Il programma di iniziative che si svolgeranno a Cervia prevede una mostra che racconta l’intero progetto, installazioni site specific, incontri per il pubblico e laboratori didattici per scuole e famiglie al MUSA – Museo del Sale.

DOCUMENTI SCARICABILI

Città

CHIEDI INFORMAZIONI

Scrivici e ti aiuteremo nel miglior modo possibile.