Questo sito utilizza cookies, per visualizzare la nostra informativa sulla privacy e il trattamento dei dati personali, clicca QUI, per accettare clicca il pulsante a lato.  

UN GRANDE PERCORSO DI FORMAZIONE PER 18 RAGAZZI E RAGAZZE CON L'OBIETTIVO DI REALIZZARE PROGETTI EDUCATIVI DI INCLUSIONE E ATTIVAZIONE SOCIALE DEDICATI AL PATRIMONIO MUSEALE DI BOLOGNA


MIA – Musei inclusivi e aperti è un progetto innovativo di Istituzione Bologna Musei affidato al raggruppamento d’imprese Senza TitoloAster Tecnoscienza, il consorzio che da dieci anni si occupa dei servizi educativi dei musei comunali bolognesi. Con MIA i musei si aprono a nuovi pubblici. Lo scopo del progetto è infatti quello di creare azioni di inclusione, modalità inedite e sperimentali con cui creare connessioni tra il territorio e i musei, tra il tessuto sociale e i luoghi che per loro natura fanno cultura. La cultura è in quest’ottica una leva per l’empowerment individuale, la coesione, l’inclusione sociale.
Lo strumento per realizzare queste azioni di welfare culturale è una task force di operatori intermuseali specializzati che realizzeranno sia azioni concrete sul territorio che attività nelle sedi dei musei.
Un grande percorso di formazione didattica in cui gli operatori - assunti per questo scopo specifico - sono formati con un corso di 620 ore, tra lezioni e workshop, che fornisce elementi di museologia e museografia, di mediazione culturale a 360 gradi, di storia del territorio e del patrimonio bolognese, di tecniche di comunicazione, di accessibilità culturale e di metodi per un efficace costruzione di un lavoro di rete in grado di sostenere e valorizzare l’impatto dell’azione sul territorio.


MIA è finanziato con i Fondi PON-Metro 2014-2020 (Progetto BO 3.3)

Città

CHIEDI INFORMAZIONI

Scrivici e ti aiuteremo nel miglior modo possibile.